fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Il giornalista e poeta Alfonso Tramontano Guerritore e Mauro Casalino danno vita ad un’opera distribuita in forma gratuita dedicata alla sofferenza che il mondo sta subendo

Mauro Casalino e Antonio Tramontano Guerritore«Il silenzio non è Punk» è un lavoro artistico a quattro mani costituito da una sequenza temporale di versi nel tempo vuoto della quarantena, con una illustrazione immaginifica ad accompagnare il filo della poesia.

Siamo agli anni '70, quando "nacque" la Beton Cave e scelte infelici portarono all'esproprio di Fosso Imperatore senza chiedere contropartite. Poi il terremoto e l'avvento della camorra
di Angelo Verrillo
la Beton CaveAnche nei primi anni settanta del novecento, si fecero scelte che ancora oggi appaiono incomprensibili, oltre che dannose. La prima fu quella con la quale il Comune decise di concedere a titolo gratuito una parte di montagna, con l’autorizzazione allo sfruttamento della stessa come cava, all’ingresso sud della città.

Quell’estate, pochi giorni prima della scadenza della Legge Ponte, furono rilasciate quasi tutte le centinaia di richieste edilizie giacenti presso l’Ufficio tecnico. In poche parole, prima di costruire i cancelli, si lasciarono scappare tutti gli animali dalle stalle

di Angelo Verrillo

corso vittorio emanuele anni 60I primi anni sessanta sono passati alla storia come “gli anni del boom economico” e, nello stesso tempo, come quelli durante i quali avvenne la più sfrenata ed incontrollata “speculazione edilizia” fino ad allora conosciuta.

Con l’emergenza Covid-19, il pezzo - dedicato a una donna in fuga dalla guerra - ha assunto un nuovo e ulteriore significato, legato ai tristi giorni di lockdown che siamo stati costretti a vivere
Il gruppo che ha cantato e suonato con Andrea BaroneSi chiama “Forever Free” il nuovo singolo del musicista Andrea Barone in uscita venerdì 8 maggio che invita a riscoprire un nuovo senso di libertà proprio nei primi giorni della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus.

Nacque in quei mesi anche il prolungamento Garibaldi, ma la città ricorda soprattutto la più grande unità sociale mai raggiunta intorno al dramma dei lavoratori di via Napoli
di Angelo Verrillo
Negli ultimi giorni del mese di gennaio del 1959 la direzione delle MCM fece pervenire 850 lettere di licenziamento ad altrettanti lavoratori delle stabilimento di Via Napoli.

Cerca