fbpx
Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Sarà realizzato sabato 28 ottobre, all'hotel Empire di San Nicola la Strada, durante la manifestazione International Deaf Fashion Week and Mis & Mister Deaf Stars 2018

È una 19enne nocerina la coreografa che guiderà il papà Silvio nella realizzazione del primo calendario di nudo con protagonisti privi dell'udito. Si chiama Marianita Cuofano (nella foto di apertura) ed è una studentessa della Suor Orsola Benincasa.

Alla personale di Gerardo Marzullo, che si concluderà il prossimo 22 ottobre, la professoressa Giuseppina Pecoraro mette in luce le qualità artistiche del pittore e architetto

Nella cornice di Sant’Angelo Le Fratte, paese del potentino abbardicato naturalmente su declivi di colli, l’arte si respira nell’immediatezza per la presenza imperante dei murales che si integrano in un sapiente percorso artistico permanente per completarsi nelle sculture, in marmo e bronzo, che testimoniano la storia antica, tra tradizioni enologiche e miti greci.

L'inaugurazione il 27 settembre alle 17:30, alla Rocca dei Rettori. Apertura dal lunedì al sabato fino al 7 ottobre. L'allestimento è stato curato da Mario Lanzione

Si inaugurerà alle ore 17:30 di giovedi 27 settembre, alla Rocca dei Rettori in piazza Castello, a Benevento, la mostra del pittore nocerino Antonio Salzano, dal titolo “Le luminose forme del divino cosmico alfabeto”.

Professore, preside e poi scrittore, ha narrato con passione la città e la nocerinità, attraverso romanzi molto apprezzati anche dalla critica nazionale

di Angela La Rocca

È stata una serata di ricordo quella tenutasi alla biblioteca comunale  “Raffaele Pucci” di Nocera Inferiore, in onore di Corrado Ruggiero, stimato concittadino, scomparso nel 2009. Scrittore, ma prima ancora professore, per vent’anni ha insegnato all’istituto magistrale “Galizia”, per poi diventare preside dell’ITC “Pucci”, egli ha vissuto pienamente Nocera e la sua gente.

A partire dal XVII secolo tra gli europei ricchi e colti esplose la moda del "Grand Tour". Nocera era tra le mete preferite e al Battistero di Santa Maria Maggiore arrivò anche l'autore de "La piccola fiammiferaia"

di Rita Cuofano

A partire dal XVII secolo cominciò a diffondersi tra i giovani aristocratici europei la moda del “Grand Tour”, che consisteva nell’effettuare un lungo viaggio per perfezionare il proprio sapere ed allargare le proprie conoscenze. Uno dei Paesi più visitati era l’Italia, con i monumenti dell’antica Roma e  le sue città ricche di storia.

Cerca

Statistiche generali

Utenti
179
Articoli
7348
Visite agli articoli
9859925
« Gennaio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31