Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

L'ultimo suo concerto in città, in piazza degli Eventi, il 5 agosto 2016. Ora fa anche parte della Commissione Cultura per gli spettacoli dal vivo del MIBACT

di Annamaria Barbato Ricci

San Prisco fa bene ai ‘furastieri’”, sospira qualche nocerino Doc, riprendendo un leit motiv dei nostri avi. “Nemo propheta in Patria”, la locuzione è di Gesù e viene riferita da tutt’e quattro gli evangelisti.
Insomma, è difficile che un luogo tributi onori a chi vi è nato. Nella mia serie di ritratti di nocerini che si sono distinti nel mondo ho un nuovo ospite: Massimo Iannone, tenore di fama internazionale, nato, come tanti cinquantenni suoi coetanei, alla clinica Sant’Anna da una famiglia di Sperandei (ovvero, via Filippo Dentice d’Accadia), che torna in città sporadicamente, ma mai ha perso le sue forti radici sul territorio. 

Nel convento sono state educate molte nocerine e appartenenti nobili dell’Agro. Sicuro è che le Clarisse si stabilirono a Nocera dopo il 1283 per l’interessamento dei frati francescani

di Anna De Rosa

“Ai confini dei comuni di Nocera Inferiore e Pagani, all’ incrocio della strada nazionale che da Salerno va verso Napoli, sulla destra si ammira la mole del monastero di Santa Chiara, abitato da secoli dalle Clarisse”. (da Il Monastero di S. Chiara in Nocera dei Pagani di A. Pergamo)
Le informazioni riguardo l’ origine sono scarse e poco certe, sicuro è che le Clarisse si stabilirono a Nocera dopo il 1283 per l’interessamento dei frati del vicino convento francescano.

L’esposizione delle fotografie di Vincenzo Balzano, preceduta da un convegno, è stata organizzata dalla rete di cooperative sociali “Consorzio Sol.co. Agro”. Protagonisti i pazienti delle comunità per la salute mentale “L’abbraccio” e “La Luna Storta”

di Virginia Vicidomini

È stata inaugurata ieri nel chiostro del convento di Sant’Antonio la mostra fotografica “Camera Lucida”, che potrà essere visitata fino a domani.
Gli scatti del fotografo Vincenzo Balzano coronano un progetto lungo diversi mesi, un lavoro sulle emozioni cominciato tra i pazienti delle rispettive comunità alloggio socio-sanitarie per la salute mentale del Consorzio Sol.co. Agro: “L’abbraccio”, a Sant’Egidio del Monte Albino, e “La Luna Storta” a Sarno.

Al circolo di via Nicotera incontro con l’autore per parlare di comunicazione al tempo dei social e dello sviluppo di una coscienza critica come strumento per combattere la disinformazione

di Fabrizio Manfredonia
Nella cornice del circolo sociale si è tenuta la presentazione del libro di Francesco Nicodemo “Disinformazìa”, dove l’autore, esperto di comunicazione e componente dello staff del Presidente del Consiglio,  ha affrontato il tema del flusso di informazione attraverso il filtro dei social media toccando il tema delle fake news e dell’evoluzione dell’informazione 2.0. 

Si oppose fermamente alle idee di Robespierre e si dichiarò a favore d'una democrazia rappresentativa, rifiutando dispotismo e torture. Finì ghigliottinata nel 1793

di Anna Vittoria Fattore 

"Liberté, Égalitè, Fraternité", questi gli ideali portanti dell'indimenticabile Rivoluzione Francese. Olympe de Gauges, pseudonimo di Marie Gouze, ribaltò i canoni della Rivoluzione mettendo in luce anche i bisogni e i diritti delle donne.
Nata a Montauban nel 1748 si dedicò anima e corpo alla scrittura teatrale rischiando la reclusione all'interno della Bastiglia, poiché si lamentò del comportamento dei commedianti nei suoi riguardi.

IMAGE È Natale ...

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la poesia del caro amico e lettore  Francesco Russo di Cortinpiano e di San Lorenzo Read More...

Cerca

Statistiche generali

Utenti
172
Articoli
5978
Visite agli articoli
7226428
« Gennaio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31