Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Un tuffo nel passato della città per riscoprire una novella folkloristica nata per divertire, ma allo stesso tempo dare un insegnamento alle persone ingenue

di Anna De Rosa

Le fiabe hanno un'origine popolare; in principio non avevano come unico scopo quello di allietare i bambini, ma erano un divertimento anche per gli adulti. Contadini, campagnole, pescatori e tutto il resto della popolazione le raccontavano attorno al focolare, poiché esse descrivono la vita della persone del popolo, le credenze, le paure, i sogni e le speranze.

Al Diana di Nocera Inferiore la compagnia-laboratorio del Giambattista Vico, guidata da Teresa Staiano, ha rinnovato ieri il successo di pubblico e critica

Ha debuttato ieri, al Teatro comunale Diana di Nocera Inferiore, “Elettra, da Eschilo a Sofocle”, tragedia greca portata in scena dal laboratorio teatrale del Liceo Classico - Linguistico Giambattista Vico. I due spettacoli, uno alle ore 18:30 ed un altro alle ore 21, hanno animato la platea con pathos e determinazione, grazie anche alla scenografia e alla musica dal vivo.

Domani sera al Diana di Nocera Inferiore due spettacoli, alle 18:30 e alle 21, per portare in scena lo spettacolo “Elettra, da Eschilo a Sofocle”. Da stasera la prevendita al botteghino

Domani il laboratorio teatrale del Liceo Classico - Linguistico Giambattista Vico animerà il Teatro Comunale Diana di Nocera Inferiore con lo spettacolo “Elettra, da Eschilo a Sofocle”.
Ci saranno due spettacoli a cui il pubblico potrà partecipare, uno alle ore 18:30 ed un altro alle ore 21. La trama dello spettacolo gira attorno ad Elettra, figlia del re di Micene Agamennone e di Clitennestra. La protagonista s'oppone all'omicidio del padre, ucciso dalla madre al fine d'usurpare il trono per condividerlo con Egisto, suo amante. Oreste, il fratello che Elettra salvò alla nascita da morte certa, resta l'unica speranza per fare giustizia. L'immortalità del teatro classico torna a farsi sentire con la compagnia del "Vico", capitanata dalla professoressa Teresa Staiano e con il grande ausilio delle professoresse Enrica D'Elia e Vincenzina Arcangelo che, anche quest'anno, riporteranno la tragedia greca sul palco, grazie anche alla grande disponibilità della preside Teresa De Caprio. I biglietti saranno disponibili da oggi al botteghino.

Assieme alla Pescheria è uno dei più antichi della città e occupa uno dei luoghi più belli, piazza Carlo Alberto. Se volete vedere un parte vera e caratteristica, fateci un salto. Vale senza dubbio un po’ del vostro tempo

di Maria Barbagallo

I mercati storici catanesi rimasti ancora in vita, sono essenzialmente due, la Pescheria nelle vicinanze di piazza Duomo e «a fera ‘o luni», cioè fiera del lune o fiera del lunedì. Secondo alcune fonti il suo nome deriverebbe dalla presenza di un tempio dedicato alla dea romana Luna (Diana) o al dio assiro-babilonese Luni, anche se non vi è alcun riscontro storico e quindi l’ipotesi più plausibile appare quella che in passato il mercato si tenesse solo di lunedì. 

L'evento, rinviato più volte, vedrà le strade animate da diversi gruppi musicali. Altre attività in arrivo al  Teatro Diana. Chiuso completamente al traffico buona parte del centro

È intitolata Bianco Natale la notte bianca che l’amministrazione Torquato ha deciso di organizzare per sabato prossimo 16 dicembre. A partire dalle ore 18 le strade del centro cittadino saranno animate da artisti di strada e momenti musicali durante i quali si esibiranno gruppi locali.

IMAGE È Natale ...

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la poesia del caro amico e lettore  Francesco Russo di Cortinpiano e di San Lorenzo Read More...

Cerca

Statistiche generali

Utenti
172
Articoli
5978
Visite agli articoli
7226428
« Gennaio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31