fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

500 anni fa, Roberto Guerritore ed Ersilia Carafa vissero un amore osteggiato dallo zio di lei, il duca Francesco Maria Domenico, che trasformò il giovane in un assassino
di Maria Barbagallo
Roberto Guerritore ed Ersilia CarafaEra il 1600 quando Nocera vide svolgersi la storia di un tragico amore tra i rampolli di due importanti famiglie della città: i duchi Carafa e i Guerritore.

Il prodotto editoriale conterrà articoli, poesie e racconti raccolti durante il lockdown. L’evento si svolgerà domani alle 18:30 e coinvolgerà diversi ospiti

macchiato MACASSDomani, martedì 1 dicembre 2020 alle ore 18.30 l'associazione Macass presenterà l’edizione zero della rivista “Macchiato” con un evento online, trasmesso in diretta sulla pagina Facebook dell’associazione, che darà spazio anche agli interventi di rappresentanti di realtà locali e nazionali che condividono lo spirito di rilancio della cultura come motore di innovazione sociale.

Non parliamo naturalmente dell'ex parlamentare, ma del professionista che realizzò il progetto del nostri Palazzo di Città, completato nel 1885. Costò 300mila lire!
di Anna De Rosa
il municipio di Nocera Inferiore Ha compiuto nel 2020 135 anni di vita l'edificio che ospita il Comune di Nocera Inferiore. Fino al 1799 la sede comunale era palazzo Vitolo, demolito quando ci fu l’apertura di via Barbarulo.

È una frase del nuovo Padre Nostro a generare le maggiori critiche: "Non abbandonarci nella tentazione" è una traduzione assolutamente lontana dal testo originale!
i cambiamenti nel messale romanoArriva dal 29 novembre in tutto il mondo cattolico, e nella diocesi di Nocera e Sarno, il nuovo messale romano. Cambiamenti che fanno in realtà storcere il naso ad alcuni esperti linguisti.

Le sue spoglie, così come quelle della moglie Maria Sofia e della loro figlia Maria Cristina, riposano dal 18 maggio 1984 nella basilica di Santa Chiara, a Napoli, e attualmente ne è stata avviata la causa di beatificazione

di Orazio Mezzetti

Francesco II di Borbone C’è una storia che pochi uomini del Meridione conoscono. È quella del cortese Signor Fabiani, nato a Napoli nel 1836. Quest’uomo di carattere timido e bonario, nato da una importante famiglia, fu educato secondo rigidi precetti morali e religiosi, segnato, anzi vessato, da una vita assai sfortunata.

Cerca