fbpx

Sono molte le proprierà dell'agrume che spesso sottovalutiamo, e che i nostri nonni conoscevano decisamente bene. Non solo un condimento o un dissetante, quindi

di Maria Teresa Pellegrino
Il limone è un agrume di origine antiche e provenienza orientale. Contiene vitamina A B C PP, e la sua buccia è ricca di oli essenziali usati per detergere e smacchiare la pelle.

Viene introdotto in Sicilia dagli arabi ma i primi a coltivali furono i genovesi. Anticamente il limone era usato solo per curare dissenterie, emorragie e lo scorbuto, malattia diffusa tra i marnai e per carenza di vitamina C, ma anche come antidodo contro i veleni. Era un ornamento gli islamici, che lo tenevano fuori alle case per allontanare i demoni. Solo nel XVIII secolo è stato utilizzato in cucina. Tantissime le varietà dei limoni nel mondo: ben più di cento. Tra i più celebri in Italia il limone costa d’Amalfi o sfusato amalfitano. Prodotto dei comuni della costiera amalfitana, ha una buccia spessa e la polpa tenera, è un agrume dal profumo intenso e il suo colore è giallo brillante conosciuto in tutto il mondo per le sue caratteristiche e proprietà. tante sono le ricette a base di questo agrume dalle semplici insalate ai primi piatti per finire al sublime dolce delizia al limone.

Ricetta spaghetti al limone
ingredienti
2 limoni 
400 gr di spaghetti
3 spicchi di aglio
Prezzemolo
50 cl di olio
buccia di limone.
Procedimento
mettere sul fuoco la pentola con l’acqua, quindi cucinare gli spaghetti per circa 10 minuti, nel frattempo in una zuppiera e mettere l’olio l’aglio tagliato a pezzetti piccoli il succo dei limoni e il trito del prezzemolo. Con una forchetta emulsionare ceando una crema liquida. Scolare gli spaghetti e girarli nella zuppiera, spolverizzare con la buccia di limone e servire.