fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Per ottenere un piatto salutare, non sempre è sufficiente utilizzare ingredienti naturali. Le modalità di preparazione possono senza dubbio alterare le proprietà di qualsiasi alimento!

dottoressa Vanessa Spina

1. La cottura al vapore
Il vapore offre molti vantaggi rispetto ad altri tipi di cottura, in quanto permette agli alimenti di perdere minori quantità di minerali e nutrienti. Permette inoltre di combinare varie cotture, attraverso l'utilizzo di pentole e cestelli impilati l'uno sull'altro.

Fresco e dissetante, con il suo ridotto contenuto calorico è spesso prediletto da chi vuol perdere qualche chilo di troppo. Ma sarà davvero così?

dottoressa Vanessa Spina

L'anguria è un frutto poco calorico con circa 20 chilocalorie per 100 grammi. In virtù del suo gusto dolce e rinfrescante, è gradito al palato e piacevole per tutti soprattutto in estate.

Alimenti ricchi di nutrienti ma allo stesso tempo privi di glutine, gli pseudocereali rappresentano una valida alternativa ai classici cereali sia per i soggetti celiaci che non. Conosciamoli insieme

dottoressa Vanessa Spina

Il termine "pseudocereale" indica una famiglia di piante a foglia larga che pur non appartendo alla famiglia delle graminacee, presenta dal punto di vista nutrizionale delle similitudini. E' possibile, infatti, fare con i chicchi degli pseudocereali tutto ciò che si può fare cereali tradizionali.

E’ una delle pietanze che contraddistingue la cucina sicula, ma pur essendo una ricetta comune a tutta l’isola viene attribuita a Catania, indiscussa città d’origine

di Maria Barbagallo

Quando a Catania si dice: «Pari ‘na Norma», si vuole intendere qualcosa di particolarmente bello. Da cosa deriva il nome? Ci sono alcune versioni: una molto semplice che pare si colleghi al termine «a norma», fatto, cioè, a regola d’arte. 

È un alimento irresistibile per il palato. Lo si può gustare senza fare danno alla salute combinandolo al meglio con gli altri cibi

di Annamaria Norvetto

«Occorre evitare di unire altri carboidrati a quelli della pizza». Lo spiega Sara Farnetti, nutrizionista e promotrice del metodo funzionale, in un post pubblicato sulla sua pagina web. La pizza è indubbiamente uno degli alimenti più amati dagli italiani, in particolar modo, quello più scelto quando si decide di mangiare fuori a costi bassi.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca