Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Palermo offre ottime proposte culinarie, ma Catania è la patria della cosiddetta «tavola calda», cibo take away da mangiare senza posate né piatti

di Maria Barbagallo

Se pensate di organizzare un viaggio in questa bella isola, oltre a visitare i siti di particolare interesse artistico e storico o sdraiarsi su splendide spiagge, è d’obbligo fare anche una tappa gastronomica per conoscere cibo e piatti locali.

L'arrivo dell'autunno, come ogni anno, porta con se anche i classici malanni di stagione. Una corretta alimentazione può prevenirli, ecco allora cosa mangiare per "tenerli" alla larga!

dottoressa Vanessa Spina

Tra la grande varietà di frutta e verdura che la natura ci mette a disposizione ogni stagione, ce ne sono alcune che in particolar modo grazie alle loro proprietà sono in grado di aiutarci a combattere raffreddore e malanni di stagione.

Spiegazione e piatti rivisitati serviti in tavola dal foodblogger nocerino l'InGordo. Si tratta di una sorta di pornografia della tavola che rappresenta l'attrazione esercitata dal cibo sulle persone

di Anna Califano

Si diffonde a macchia d'olio sul web e i social, nel vero senso della parola, l'hashtag #foodporn, utilizzato per descrivere foto appetitose di piatti culinari. Ma da dove nasce questa nuova moda? A spiegarcelo è Alessandro Tipaldi, un ragazzo nocerino di 25 anni con la passione per la cucina, diventato ormai uno dei food blogger più seguiti della zona e che spesso partecipa con spiegazioni culinarie alla ormai famosissima pagina facebook "Italy food porn".

Frutta fresca e barrette ai cereali sono le classiche merende consumate da chi è a dieta. Per chi invece è stufo del solito break, ecco delle idee leggere per degli intermezzi alimentari

dottoressa Vanessa Spina


Per evitare di arrivare troppo affamati a pranzo o a cena o anche perchè durante la giornata si ha bisogno di una carica in più, spesso si ricorre ai cosiddetti "snack". L'abitudine di consumare degli spuntini (al massimo 2 al dì) non è errata, è bene però fare attenzione a cosa consumiamo e in che quantità!

Pietanza tradizionale famosa in tutta la Sicilia, preparata con ingredienti semplici e poveri. Nacque per sfamare i soldati per poi diventare una portata ricercatissima dai sapori forti e contrastanti

di Maria Barbagallo

La leggenda-storia colloca la nascita di questo piatto nel IX sec. d.C., a cavallo tra la dominazione bizantina e quella araba. I protagonisti sono: il finocchietto selvatico, le sarde, l’uva passa, i pinoli e lo zafferano. L’aggiunta di questa spezia ci fa capire come questa pietanza sia nata dall’unione della cucina sicula con quella araba.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
177
Articoli
6746
Visite agli articoli
9007367
« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31