Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Di solito non sono molto apprezzati. Ma cucinati nel modo giusto potranno diventare, per grandi e piccini, un cibo davvero squisito. Il cavolfiore viola della Piana di Catania, oltre ad essere benefico per la nostra salute, aggiunge colore alle nostre tavole

di Maria Barbagallo

È di colore violaceo ed a primo impatto lascia perplessi. Il violetto catanese, questo il suo nome nobile, è una varietà di cavolfiore molto particolare, ed è presente nella Sicilia orientale. È un incrocio tra un cavolfiore comune ed un broccolo: la sua coltivazione è molto diffusa negli orti e possiamo trovarlo nel periodo invernale.

Il ristorante che affaccia sulla piazzetta Cicalesi, a Nocera Inferiore, è giunto alla terza generazione rispettando le stesse regole del 1980: vince il piatto tipico locale

Punta tutto sulla cucina tradizionale nocerina Giovanni Concilio, 25 anni, operatore gastronomico di terza generazione e titolare del noto ristorante "Giovanni Junior", con sede a via Cicalesi 158 a Nocera Inferiore, che fa della conduzione familiare e della freschezza dei cibi serviti il suo punto di forza.

In ricordo di un miracolo, la Chiesa propone il digiuno e l’astensione dal consumare questi alimenti. Un motto palermitano così recita: «Vulissi pani, pani unn’aiu e accussì mi staiu»

di Maria Barbagallo

Il 13 dicembre, per i siciliani e, più in generale, per i devoti a santa Lucia, ha una caratteristica particolare: in questo giorno non si mangiano pane e pasta in segno di penitenza.

È il dubbio amletico per eccellenza nel periodo natalizio: pandoro o panettone? Scopriamo insieme quale scegliere e soprattutto come consumarlo!

dottoressa Vanessa Spina

Pandoro o panettone per Natale? Le differenze tra i due prodotti non sono tante dal punto di vista nutrizionale, mentre molti sono i punti che li accomunano: alcuni ingredienti, l’antica tradizione nella produzione e i lunghi tempi di lievitazione.

Pietanza povera ma interessante. E’ la cugina non meno buona della più famosa pasta con le sarde, preparata solo con prodotti di conserva. Dedicata a chi ha poco tempo

di Maria Barbagallo

Tanto appetito e voglia di buona cucina ma poco tempo a disposizione? Detto fatto: ecco la soluzione. Vi proponiamo una pietanza particolare: il buon risultato di questo piatto sta nella scelta degli ingredienti, pochi ma di grande qualità:

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca

Statistiche generali

Utenti
172
Articoli
6370
Visite agli articoli
7936059
« Aprile 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30