fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Di Costanzo

  • Sorgente, Carrotta e Lava ribaltano il vantaggio di Potenza. I molossi conquistano i tre punti e si preparano con ottimismo ai prossimi ostici impegni

     di Valerio D’Amico

    noc gruSoffre ma porta a casa i primi tre punti della stagione la Nocerina, che supera per tre a uno il Grumentum. Primo tempo dominato dagli ospiti, che trovano il gol con Potenza e falliscono almeno altre tre nitide palle gol. Nella ripresa Sorgente, Carrotta e Lava ribaltano il risultato.

  • Il centravanti della compagine napoletana prima fallisce un calcio di rigore, poi decide la gara con un eurogol. Molossi in dieci uomini per tutto il secondo tempo

    di Maria Esposito

    portici nocerinaIl Portici passa il turno sul risultato di uno a zero grazie al gol di Improta.
    Il tecnico della Nocerina Di Costanzo, orfano di Tshibamba e degli indisponibili Romano e Scocco, scende in campo con uno spregiudicato 4-2-3-1, trio sulla trequarti formato da Poziello, Liurni e Carrafiello a supporto dell’unica punta Sorgente. Tra i pali scende in campo Leone, Campanella e Mannone in coppia centrale difensiva, completano la retroguardia Stellato a destra e Festa a sinistra. Propone in mediana la coppia Di Lollo – Landri. Mister Chianese, risponde con il suo fedelissimo 4-3-3 con il tridente d’attacco formato da Improta, Onda e Guarracino. Tra i pali schiera Marone, la coppia centrale è formata dal duo Arpino – Albanese, completano il reparto gli under Liguori e Del Gaudio. Allo Stadio San Ciro di Portici la gara, valevole per il primo turno di Coppa Italia di Serie D, inizia alle 19.04, al primo minuto di gioco primo calcio d’angolo della partita lo batte la Nocerina con Pozziello, palla in area ma nessuno tocca la sfera. Ancora Nocerina pericolosa al terzo minuto di gioco con un diagonale dell’ex Carrafiello, ma il numero uno porticese si oppone all’attaccante molosso.  Al ventesimo doppia occasione per il Portici, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Arario, la difesa molossa disimpegna bene e mette in fallo laterale, qualche secondo più tardi è Guarracino a raccoglie un buon pallone ma il sua giravolta si spegne al di là della traversa. Reazione della Nocerina al minuto 25 con Di Lollo che da posizione defilata a limite dell’area tira ma il suo tiro finisce a lato della porta di Marone. Cinque minuti più tardi, Nocerina in 10, è proprio Di Lollo autore di un presunto fallo di mani, doppia ammonizione e l’assistente Ubaldi lo manda negli spogliatoi anzitempo. Dopo un minuto di recupero l’assistete di gara manda tutti nello spogliatoio. La ripresa comincia alle 20:06. Di Costanzo ricompatta il centrocampo e inserisce Mincione al posto di Carrafiello.  Portici insidioso nei primi dieci minuti di gioco prima con Guarracino che si divora il gol del vantaggio al quarto minuto di gioco. Al settimo l’assistente di gara concede il penalty ai celesti per il fallo di Leone sullo stesso Guarracino. Sul dischetto si posiziona Improta ma il numero uno molosso con una splendida parata nega la gioia del vantaggio alla squadra di casa. Ma il fantasista napoletano non ci sta e ipoteca la vittoria, al 22esimo pesca un giolly e su azione personale con un eurogol gonfia la rete difesa da Leone. Al 71esimo Chianese inserisce forze fresche, entra Blasio per Arario e Coratella per Onda. Anche Di Costanzo risponde con un doppio cambio, fuori Liurni per Conte e Pisani per Stellato. Nocerina cerca di reagire e al minuto 37 esimo si procura una bella punizione a limite dell’area, batte Pozziello ma Marone è bravo e sterilizza il suo tiro. Nel finale ancora Portici co Coratella che di tacco invita Guarracino in area ma la palla è stata intercettata da Mannone che spazza. La partita termina dopo dopo 4 minuti di recupero.