fbpx

A dare l'annuncio agli abitanti del posto, nel corso di un incontro con alcuni comitati, è stato l'ex consigliere regionale Salvatore Arena: «Sarà necessario oltre un anno di disagi, ma alla fine sarà risolto un problema grandissimo». Si attende ora l'ok del Comune

di Enrica Granato

Finalmente anche Fosso Imperatore avrà la sua fognatura: dopo anni di attese e promesse, ieri sera –nel corso di un incontro presso la caffetteria Vergati –  Salvatore Arena ha rassicurato i presenti sull’imminente inizio dei lavori.
L'ex consigliere regionale ha risposto alle incalzanti domande di privati, commercianti e rappresentanti del comitato "Amici di Fosso Imperatore" e del comitato "Quartiere S.Anna a Fiano", i quali hanno apertamente manifestato i vari disagi legati alla mancanza di un condotto fognario nelle rispettive aree di appartenenza.
Nella zona industriale di Fosso Imperatore, ad esempio, gli scarichi riversano liquidi direttamente nel rio Caiano (che si collega poco dopo al Sarno), causando  contaminazioni e pericoli per i terreni agricoli nelle vicinanze  soprattutto quando, a seguito di un violento temporale, le esondazioni provocano allagamenti.
«Abbiamo bisogno di queste condotte ma da circa 6 anni ci illudono - fanno sapere dai comitati - Il Consorzio di Bonifica non interviene neanche per quanto riguarda la manutenzione dei canali di scolo che puntualmente si intasano e straripano. I soldi che erano stati stanziati per la realizzazione della fognatura non si sa che fine abbiano fatto. E intanto noi continuiamo a pagare le tasse».
L'ex parlamentare regionale ha tranquillizzato gli sconfortati cittadini, annunciando che la ditta Cincotti srl (a cui è stato affidato il compito di concretizzare l’idea mai posta in essere fino ad oggi) è un’impresa competente e per di più nocerina, quindi ben conscia dei disagi degli utenti e della configurazione del territorio su cui andrà ad agire.
Purtroppo la realizzazione della fognatura comporterà sacrifici non da poco soprattutto per i commercianti della zona, poichè la chiusura della strada  provinciale Nocera-Sarno, come ammesso dall’ingegnere Alessandro Scavotto che ha illustrato il disegno dell’opera,  è prevista per un tempo di 400 giorni lavorativi.
«Dopo tanti rallentamenti legati a diverse problematiche - ha dichiarato Salvatore Arena - finalmente questo sogno viene realizzato. Si tratterà di un intervento invasivo (gli scavi raggiungeranno i 3-4 metri di profondità) e bisognerà convivere con dei disagi momentanei che porteranno, però, alla risoluzione di un grave problema che per anni ha afflitto le zone di Fosso Imperatore e Fiano. Il mio compito è stato focalizzare l’attenzione  sulla realizzazione di questa fognatura: ora attendiamo il permesso del comune per dare il via ai lavori e speriamo in un’attesa non superiore ad un mese. Ci sarà una conferenza prima dell’inizio delle attività per illustrare un piano del traffico ad hoc (in linea di massima ci saranno delle alternanze semaforiche per lo scorrimento) e per altre delucidazioni in  merito».
Il condotto, che sarà misto (raccoglierà, quindi, sia acque meteoriche che liquami reflui urbani), partirà dalla chiesa di Fiano e dalla chiesa di Fosso Imperatore per confluire in piazza S.Mauro.