Per la tua pubblicità sul Risorgimento Nocerino

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

 

Fa sentire la sua voce il presidente del Consorzio farmaceutico intercomunale dopo le accuse del segretario proviciale della Uil Fpl, Donato Salvato, che ha minacciato il ricorso all'Autorità anticorruzione

Il presidente del Consorzio farmaceutico intercomunale, nonché sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo, precisa quanto segue in merito all’eliminazione dell’orario continuato della farmacia comunale di Scafati:

«Ho inviato una nota al prefetto di Salerno, Salvatore Malfi, per esporre la delicata situazione del Consorzio farmaceutico intercomunale, al fine di trovare un punto di dialogo con i commissari prefettizi, fino a questo momento impossibile, nonostante i molteplici tentativi, anche attraverso autorevole viceprefetto di Salerno. Anche negli ultimi giorni, mentre qualcuno andava sui giornali ad accusarci di inerzia, ho provato in ogni modo a cercare un filo diretto con i commissari prefettizi per capire una volta per tutte la loro posizione e trovare insieme una strategia per le farmacie comunali di Scafati. Dicano con chiarezza a noi e alla gente, visto che parliamo di un servizio che ha una valenza sociale e occupazionale notevole sul territorio, se vogliono restare nel Consorzio o andare via, perché non possiamo attendere il 28 febbraio (scadenza della Convenzione). Personalmente, continuerò ad adoperarmi per il bene del Consorzio, che ci sia o meno Scafati».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino