fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Antonio Malangone della Uil Fpl: «Se non vanno erogati gli stipendi di aprile protesteremo a oltranza». L'Asl Salerno, dal canto suo, ha corrisposto alla società le somme a lei dovute

I lavoratori del gruppo Silba protesteranno a oltranza per il mancato pagamento dello stipendio di aprile. Ad annunciarlo sono i rappresentanti sindacali di Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl della provincia di Salerno.

“Ci risulta che, attualmente, la società Silba non ha pagato ai dipendenti la retribuzione di aprile. Questo è avvenuto pur avendo percepito dall’Asl Salerno il corrispettivo dovuto per i servizi in convenzione forniti. Chiediamo l’immediato intervento delle istituzioni per soddisfare le esigenze delle maestranze”, ha detto Antonio Malangone, sindacalista della Uil Fpl salernitana che segue da tempo la vertenza. Il rappresentante dei lavoratori, inoltre, chiede di fare chiarezza sui conti della Spa che gestisce le strutture sanitarie di Cava de’ Tirreni e Roccapiemonte. “L’amministratore delegato della società ci metta al corrente dello stato giuridico del gruppo Silba, nonché dello stato economico e patrimoniale della Spa. Lo riteniamo necessario per tutelare i lavoratori. Se le nostre richieste saranno disattese protesteremo in ogni modo utile per farci sentire”.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca