fbpx

Da questa settimana riprenderanno le attività di ristrutturazione grazie alla perizia approvata dalla Giunta Torquato

Al via una nuova tranche dei lavori per il recupero della storica struttura nocerina. Con la predisposizione degli atti necessari della perizia di variante sarà possibile portare a compimento, rendendoli funzionali, tre dei quattro corpi di fabbrica del Monastero Benedettino. L’approvazione della perizia da parte dell’amministrazione rilancia una fase importante dei lavori, in quanto con gli importi preventivati si è in grado di rendere funzionale il 75% del complesso conventuale. Il sindaco Torquato, attento all’esaltazione ed alla conservazione dei beni monumentali presenti sul territorio, ha dichiarato di voler sfruttare tutti i mezzi a disposizione dei canali finanziari, soprattutto quelli europei, per completare l’opera il cui importo è stato stimato preliminarmente in euro 1.500.000,00. Si ricorda che il progetto prevede la realizzazione di una scuola di specializzazione di restauro, di un conservatorio musicale e del teatro d’avanguardia che presto dovrebbero diventare operativi. San Giovanni in Parco, risalente al 948, fa parte dell’importante complesso monumentale che gravita sulla collina del Parco Fienga e che registra la presenza del castello Fienga, di cui si hanno notizia fin dal 984, del convento di S. Andrea, datato al 1563, del convento di S. Antonio, risalente al 1256, del convento di S. Anna, la cui origine data 1282. Si tratta di un patrimonio inestimabile che può, a buon diritto, essere inserito in un circuito internazionale del turismo culturale e religioso.