fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Il primo cittadino ha pubblicato i dati relativi a incidenza e percentuale dei positivi, che sono inferiori alla media regionale:«Non si deve mollare la guardia, ma non si possono chiudere le scuole»

torquato new1L’incidenza e la percentuale dei positivi al Covid a Nocera Inferiore sono inferiori alla media regionale.

Lo ha reso noto questa mattina il sindaco Manlio Torquato, che ha pubblicato i grafici relativi alla settimana dal 29 marzo al 4 aprile. La percentuale è dei 6.36%, a dispetto dell’11.31% della Regione Campania; l’incidenza per 100mila abitanti è pari a 189,02 (227,48 la media regionale).
«Non si deve mollare la guardia, ma non si possono chiudere le scuole – scrive il primo cittadino nocerino - i limiti della normativa nazionale e le raccomandazioni della Regione sono chiari. Anzi, nel rispetto delle norme, cui per primi siamo tenuti anche quando non le condividiamo, e nell'invitare tutti al continuo rispetto scrupoloso delle regole, e delle misure di sicurezza sanitarie, chiederò insieme agli altri sindaci dell'Agro che dovessero essere d'accordo, a riconsiderare le disposizioni di chiusura di quelle attività commerciali che da oggi ancora devono continuare a restar chiuse. Sempre che si rispettino seriamente le norme di protezione, sicurezza e di igiene da parte di tutti, negozi, supermercati banche uffici e singoli cittadini. E che l'andamento dell'epidemia lo consenta. Ma non possiamo morire per asfissia. Quando c'è stato da porre limitazioni ulteriori sono stato tra coloro che l'hanno fatto. Così come a revocare con anticipo appena è stato possibile. Ma credo – conclude Torquato - che, stante le lungaggini che il Governo ancora immagina sui territori per la scarsità e la lentezza delle dosi vaccinali da somministrare, si debba fare qualcosa senza morire di covid, ma neppure di inedia. Finché le regole esistono, però, vanno rispettate».

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca