fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Nella città metelliana gli attualmente positivi sono 448, 11 gli ospedalizzati, 7 le vittime. 63 nuovi casi nelle due Nocera, Sarno piange la scomparsa dell’ex dirigente comunale Giovanni Amendola  

VAlerioTorna a salire la curva del contagio in Campania, dove è risultato positivo il 15,28% delle persone che hanno effettuato il tampone, a fronte del 14,19% di ieri. Aumentano nel frattempo i sindaci che hanno disposto la chiusura preventiva delle scuole; proprio in giornata De Luca non ha escluso novità in merito, ipotizzando un possibile rinvio della ripresa della didattica in presenza in tutta la regione.

Analizziamo ora la situazione Coronavirus nell’Agro e in alcuni paesi della Valle dell’Irno, attraverso i dati comunicati dai sindaci e dall’Unità di Crisi.
A Nocera Inferiore il sindaco Torquato ha disposto la chiusura delle scuole dell'infanzia e primaria presenti sul territorio comunale fino al 3 dicembre. I nuovi contagiati sono 43 (dato dell’Unità di Crisi).
A Nocera Superiore dalla prossima settimana partirà il drive-in per i tamponi nell’area mercato di via Petrosino. I nuovi positivi in città sono 20.
A Cava de’Tirreni, dopo diversi giorni di silenzio, il sindaco Servalli ha aggiornato i suoi concittadini circa l’andamento della pandemia in città negli ultimi 20 giorni. Sono stati analizzati 3141 tamponi, dei quali 448 sono risultati positivi. I cavesi ricoverati in ospedale sono 11, le vittime nella seconda fase del contagio sono sette.
vincenzo servalli sindaco cava 1280x720Ad Angri il primo cittadino Cosimo Ferraioli ha firmato un’ordinanza che impone il ritorno alla didattica in presenza non prima del prossimo 9 novembre. I dati del bollettino odierno riferiscono di 25 nuovi positivi e 10 guariti, per un totale di 371, di cui 20 sintomatici.
Sarno piange ancora, ma non per il Covid. Il portavoce del sindaco Giuseppe Canfora ha annunciato la scomparsa del dottor Giovanni Amendola, già dirigente comunale. I nuovi contagiati sono 28.
A Sant’Antonio Abate il bollettino pubblicato nella tarda serata di ieri riferisce di ben 41 nuovi casi, con la gioia di 21 guariti, per un complessivo di 256. I casi attivi sono, invece, 376, cinque le vittime.
A San Valentino Torio gli undici contagiati registrati nelle ultime 24 ore portano il numero complessivo a 275 (171attivi, dei quali due ospedalizzati). Cresce di tre unità il numero dei guariti, per un totale di 103 dall’inizio della pandemia. Il primo cittadino Strianese, nonostante l’isolamento domiciliare forzato causa Covid, ha disposto lo stop alle attività in presenza di tutti gli istituti scolastici che insistono sul territorio comunale fino al 3 dicembre.  
Anche a Sant’Egidio del Monte Albino il sindaco facente funzione Antonio La Mura ha prolungato l’obbligo di didattica a distanza per tutti gli alunni delle scuole pubbliche, addirittura fino al 13 dicembre. In giornata si contano 6  nuovi positivi per un complessivo di 116, di cui uno ospedalizzato. I guariti, compresi i quattro di oggi, sono 100.
Scuole chiuseA Castel San Giorgio i nuovi contagi sono 23, per un totale di 188 tutti in isolamento domiciliare. I nuovi guariti sono 7, per un totale di 49, i decessi restano 3.
A Roccapiemonte si registrano solo 2 nuovi casi in giornata, mentre i guariti sono tre, per un totale di 58. I casi attivi sono 93, di cui 2 ospedalizzati. I decessi restano 2.
A Fisciano il sindaco Sessa ha dato notizia di sette positivi, suddivisi tra il capoluogo e le frazioni, Penta, Lancusi, Nocelleto e Villa. In mattinata è arrivata anche la notizia di otto guarigioni.
A Mercato San Severino i nuovi contagi sono 14, quelli complessivi 195, di cui 5 ricoverati in ospedale. I guariti, inclusi i cinque comunicati in data odierna, sono 56, i morti 3.
A Baronissi il sindaco Valiante in mattinata ha comunicato la positività al test di 14 cittadini (238 in tutto), di cui uno è ricoverato in ospedale per la coincidenza di altre patologie. I guariti sono in totale per un totale di 87, i decessi restano 4.
Anche a Bracigliano gli istituti scolastici di ogni ordine e grado sia pubblici che privati resteranno chiusi fino al 3 dicembre, come previsto da apposita ordinanza firmata questa mattina dal sindaco Antonio Rescigno.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca