fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

I militari dell'Arma alle prese con la prima sera di chiusura anticipata su tutto il territorio provinciale. Numerose le manifestazioni contro Vincenzo De Luca
Uno dei posti di blocco dei carabinieriSono stati oltre 300 i Carabinieri impegnati ieri sera nel controllo delle chiusure alle 23 in tutta la provincia di Salerno.

Nei vari quartieri della città di Salerno e nelle fasce costiere amalfitana e cilentana i militari delle locali compagnie Carabinieri, d'intesa con il 7° nucleo elicotteri Carabinieri di Pontecagnano, hanno controllato numerosi esercizi pubblici ed elevato sanzioni per violazioni delle norme restrittive.
Il servizio è stato predisposto allo scopo di prevenire e reprimere gli aspetti problematici del divertimento notturno nella zona in cui si concentrano i locali di ristorazione e di somministrazione di bevande, sia per assicurare l’osservanza delle vigenti disposizioni nazionali e regionali in materia di contenimento del contagio epidemiologico.
Nel centro cittadino di Salerno, nell’agro Nocerino Sarnese e nella Piana del Sele, dalle 23 alle 2, ci sono state diverse manifestazioni contro le decisioni restrittive che, grazie alla massiccia presenza di militari si sono svolte senza incidenti.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca