fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Il sindaco della città di Sant’Alfonso Lello De Prisco ha presentato istanza alla Regione per chiedere la sospensione dei lavori per la realizzazione del tempio crematorio: «Tuteliamo la salute dei cittadini»

lello de prisco pagani«Il procedimento per la realizzazione del forno crematorio nel comune di Sant’Egidio del Monte Albino è da ritenersi illegittimo».
Parola del sindaco di Pagani Lello De Prisco che, in collaborazione con gli assessori Campitiello e Russo, ha presentato istanza alla Regione per chiedere di disporre l’annullamento degli atti recanti l’assenso edilizio per la realizzazione del “tempio crematorio” e di sospendere i lavori. «Non siamo mai stati coinvolti nel processo decisionale, benché comune confinante e direttamente interessato dalla conseguenze ambientali e sanitarie relative alla costruzione del forno crematorio ad una distanza inferiore a quella prevista per legge – tuona De Prisco – tuteliamo la salute della comunità, non solo paganese ma anche santegidiese alla luce delle dispute scientifiche relative alle emissioni di inquinamenti ambientali in atmosfera di impianti crematori».
Continuano, quindi, a essere tesi i rapporti tra i due Comuni, dopo che nelle scorse settimane era nata una discussione piuttosto accesa in merito ad alcune zone di confine contestate, col Tar che ha annullato la delibera del Consiglio Provinciale del 4/12/2019 che modificava i confini tra i due Comuni, con conseguente modifica delle relative circoscrizioni territoriali.    

Cristoforo Salvati non ci sta a che i lavori vengano fatti solo nei tratti angresi e sanmarzanesi: «Così aumenta il rischio esondazioni nel nostro territorio!»
Con una nota trasmessa questa mattina al Genio civile di Salerno, alla società SMA Campania S.p.A. e al Consorzio di bonifica integrale comprensorio Sarno, il sindaco Cristoforo Salvati ha diffidato la Regione Campania ad avviare con urgenza tutti gli interventi necessari per garantire la pulizia ed il dragaggio del Rio Sguazzatorio nel tratto ricadente nel territorio di Scafati (compreso quello tra piazzale Aldo Moro e l’incrocio via Polverificio /via Zara), nonché la messa in sicurezza degli argini, preannunciando di attivare tutte le procedure di legge consentite per tutelare la pubblica incolumità, in caso di mancato riscontro alla richiesta.

Con i 535 sì della Camera e i 262 del Senato il governo può cominciare a lavorare. M5S diviso tra favorevoli e contrari. È la fine del Movimento?

di Fabrizio Manfredonia

mario draghi mascherinaSi è conclusa con esito positivo la due giorni di votazioni alla Camera e al Senato che ha ufficialmente dato al neo esecutivo targato Draghi la fiducia necessaria a governare. 

La Guardia di Finanza del comando provinciale di Salerno ha operato nel ponte di Carnevale per mettere in sicurezza la salute dei cittadini da vestiti, maschere e anche detergenti di dubbia provenienza
Sono oltre 110mila i prodotti sequestrati dalla Guardia di Finanza del comando provinciale di Salerno, per un valore di diverse decine di migliaia di euro, per garantire un Carnevale più sicuro ai cittadini.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca