fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Come riferito dal Comune, i relativi fondi non sono ancora bloccati. I pagamenti sono già stati liquidati un mese fa ed i ritardi sono stati una conseguenza dell’emergenza sanitaria Covid-19

di Redazione

L’ufficio Ragioneria del Comune di Nocera Inferiore ha provveduto nei termini comunicati dall’Amministrazione ad emettere i mandati di pagamento in favore dei beneficiari degli Assegni di cura, per il periodo di riferimento gennaio-luglio 2020. I pagamenti relativi a settembre-dicembre erano stati già liquidati circa un mese fa, in quanto stanziati su annualità di bilancio separate.

Le Fiamnme Gialle di Salerno hanno scoperto un'azienda del salernitano che in sei anni aveva falsificato i dati sulla produzione spacciando per pulita corrente prodotta invece tradizionalmente
Una pattuglia della Guardia di FinanzaUna truffa da 800mila euro basata sugli incentivi per chi produce energia rinnovabile. L'hanno scoperta i Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno, che hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo per l'importo in danaro e e beni nei confronti di una società salernitana operante nel settore dei trasporti.

Forze dell'Ordine, Polizia locale, Esercito e Capitaneria di Porto hanno lavorato nel fine settimana per proteggere il divertimento di cittadini e turisti
Movida tranquilla a Salerno e provinciaHa prodotto risultati piuttosto concreto la sorveglianza di fine settimana sulla movida salernitana, per assicurare un divertimento sereno a cittadini e turisti. Un’operazione che ha impegnato Forze dell’Ordine, Polizia Locale e militari dell’Esercito Italiano.

Tre ragazzi nocerini (forse di Nocera Superiore) selvaggiamente malmenati da un gruppo di cavesi, forse una ventina, nel parcheggio del luogo di ritrovo della movida metelliana
la rissa di piazza San Francesco a Cava de' TirreniViolenta rissa nella notte a Cava de' Tirreni: nella frequentatissima piazza San Francesco, luogo di raduno per la movida metelliana, intorno alle 3 di questa notte tre nocerini, per motovi al momento ignoti, ma che comunque sarebbero banali, sono stati accerchiati da circa una quindicina (qualcuno parla di venti) di ragazzi cavesi.

Ancora un sequestro della Polizia: undici piante alte anche oltre un metro il "bottino" degli agenti. A finire nei guai un insospettabile impiegato cavese di 40 anni

la droga sequestrata a Cava de' TirreniAncora un colpo messo a segno dal Commissariato di Pubblica sicurezza di Cava de' Tirreni, diretto dal dottor Giuseppe Fedele, nella lotta alla coltivazione di piante destinate alla produzione di droghe.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca