fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

INCHIESTA ESCLUSIVA: Decine di vittime a Nocera e nell'Agro attratte dal bassissimo costo degli occhiali e dalla promessa d beneficenza a bambini. L'azienda all'oscuro ha già denunciato. Si tratta di banditi cinesi

Spopola in rete la truffa dei Ray Ban. Sono migliaia le persone, anche in tutto l'Agro nocerino, che sono cadute nel raggiro, e molti non denunciano l'accaduto per paura di essere canzonati.
Il sistema funziona con il solito metodo della condivisione su Facebook. Spesso a proporci di visitare la pagina sono i nostri stessi amici ignari di ciò che si nasconde sotto, e che magari stanno essi stessi per cadere nella frode.

La Giunta comunale ha approvato ufficialmente l'atto. E tra le richieste fatte al presidente De Luca anche l'anticipo - rispetto al complessivo progetto del grande Sarno - dei lavori riguardanti i letti dei fiumi e dei torrenti a rischio

E' stata approvata stamane dalla Giunta comunale la delibera con la quale è stato richiesto al presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro dell'Interno, al presidente della Regione Campania e al presidente della Provincia di Salerno nonchè al Prefetto di Salerno, ciascuno per le competenze istituzionali, la dichiarazione dello stato di calamità naturale che ha colpito il territorio del comune di Nocera Inferiore, in conseguenza degli eventi meteorologici avversi del 29 ottobre scorso.

«Inquinamento e pericolosità delle piene vanno affrontati insieme», sostiene l'ex consigliere provinciale. «Bisogna ristabilire il sistema borbonico e mettere davvero in funzione i depuratori di Solofra e Costa»

di Pierluigi Faiella
«È una follia pensare di risolvere il problema delle inondazioni ampliando gli argini della Solofrana. Il modo più semplice per risolvere questo problema è quello di ristabilire un sistema che già i Borboni avevano realizzato». A sostenere l'idea con forza è il professor Francesco Di Pace, presidente del circolo di Legambiente di Castel San Giorgio e già consigliere nazionale della stessa associazione. Per il professore si dovrebbero inoltre mettere in sicurezza gli argini con gli stessi materiali antichi già utilizzati (tufo giallo, tufo grigio di Fiano e pietra calcarea), ma soprattutto non permettere la costruzione di spiazzali in cemento nei pressi del corso d’acqua ed eliminare quelli già esistenti, costruendoli invece con materiale che sia adatto al drenaggio delle acque, ripristinando infine i terrapieni, le cosiddette “reseche”, fondamentali per la tenuta degli argini stessi.

Il sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, ha incontrato Arcadis, Protezione e Genio civile per sollecitare la Regione Campania ad anticipare una serie di lavori per mettere in sicurezza gli argini dei torrenti pericolosi per i cittadini

Un impegno a sollecitare l'inizio immediato dei lavori di messa in sicurezza delle zone maggiormente a rischio alluvione. E' quanto ottenuto dal sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, al termine di un incontro con il direttore dell'Arcadis ingegner Pasquale Marrazzo, il rappresentante del Genio Civile geometra Gianfranco Giordano, e il direttore della Protezione Civile ingegner Mario Prisco.

Organizzato dalle associazioni "Punto Lab" e "La Fucina", sensibilizzerà i giovani studenti dei sette istituti coinvolti a questa sorta di esodo biblico cui si sta assistendo da mesi

Un momento dell'incontro di presentazione dell'iniziativa

di Francesca Fasolino
Tutto pronto per “Exodus: a piedi scalzi, in fuga per la vita”, il progetto che coinvolge sette istituti scolastici e che affronta il delicato tema dei migranti. Nata dalla collaborazione tra due associazioni del territorio - La Fucina aderente a Libera e Punto Lab - Arci Ragazzi - l’idea si inserisce all’interno del progetto pluriennale “Scuola di Pace”. Sei gli incontri previsti per l’anno scolastico 2015/2016 e sette gli istituti coinvolti: il Liceo Classico "G.B. Vico", il Liceo Scientifico "Sensale", l’ITC "Pucci", l’IPSSEOA "Rea" di Nocera, il "Pittoni" di Pagani, l’ITIS "Marconi" e l’IPSIA "Cuomo-Milone".

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca