fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Si sfoga con il Risorgimento Nocerino l'uomo che per coprire la mamma ottantaquattrenne ricoverata in ortopedia eè dovuto ricorrere al proprio giubbino ed a quello della stessa genitrice

di Anna Vittoria Fattore

Non sempre i social network sono la culla dell'ignoranza e dell'esibizionismo, a volte sono un buon mezzo di comunicazione e propaganda. È stato proprio grazie ad uno di questi social, Facebook, che Antonio Donnarumma, un uomo di 53 anni, è riuscito a dar voce al suo malcontento nei riguardi della sanità. L'altro ieri, 6 marzo, sua madre è stata ricoverata all'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore in ortopedia, a causa di una brutta caduta. L'accoglienza non è stata delle migliori, il personale era molto indaffarato e, a detta del signor Donnarumma, un sorriso non avrebbe fatto male.

Un atto vandalico ha messo a repentaglio la vita dei passeggeri del convoglio colpito. Due finestrini rotti e tanta paura. Indaga la Polizia ferroviaria

di Anna Califano

Panico e tragedia sfiorata ieri sera nel tratto ferroviario tra Pagani e Nocera Inferiore. Dei vandali hanno lanciato pietre contro un convoglio ferroviario, il treno 21287 proveniente da Napoli e diretto a Salerno.
Il fatto è successo alle 19:38: all'improvviso una sorta di esplosione ha fatto sobbalzare dai sedili i pochi passeggeri ed una ragazza nocerina di 20 anni, F. C., proteggendosi istintivamente il volto, è stata colpita dalle scaglie di vetro e dalla stessa pietra lanciata, subendo, come poi è stato verificato in ospedale, una lussazione alla mano sinistra.

Il mondo femminile raccontato attraverso la proiezione di tre film e la volontà di ribadire l'importanza dei diritti della persona e della parità tra generi

di Tania Pentangelo

Tre appuntamenti da non perdere alla biblioteca comunale "Raffaele Pucci" di Nocera Inferiore. Il 7, il 14 e il 21 marzo alle ore 19, infatti, la struttura ospiterà l'evento "Giornata Internazionale della Donna 2016" promosso dall' "Arci-Uisp Antonello Simeon" in collaborazione con l'associazione "Arci-Liberalamente", la cooperativa sociale "Giovanile arl" e il patrocinio morale del Comune di Nocera Inferiore.

Per i Comuni assoggettati alla Gori la situazione è molto complessa in quanto si tratta di vincere una durissima guerra affinché l'azienda venga definitivamente estromessa

di Nino Maiorino

Prosegue senza sosta e in maniera frenetica l’attività dei comitati che si battono per la totale pubblicizzazione della gestione integrata delle risorse idriche, in applicazione della volontà popolare espressa nel referendum di giugno 2011.
Nel mentre sembra che la politica faccia del tutto per aggirare quella popolare decisione, mettendo in campo mille ostacoli, forte della volontà europea di privatizzare il più possibile, e in campo nazionale si protende per l’affidamento del servizio idrico a poche grandi società, controllate dalla multinazionali, anche a livello locale non sono da meno i vari amministratori, con pochissime eccezioni.

Infanzia e adolescenza nella nostra città. Un percorso diviso in tre tappe in cui ripercorrere abitudini e modi di vivere per portare alla luce differenze e similitudini della Nocera Inferiore di ieri e di oggi

di Edda Maiorino

La semplicità dei giochi e dei rapporti con i coetanei ha caratterizzato l'infanzia e l'adolescenza della Nocera degli anni '60 e '70. Come introdotto dall'articolo precedente (vedi http://www.risorgimentonocerino.it/cultura-spettacolo/3017-la-gioventu-nocerina-degli-anni-60-e-70-un-tuffo-nel-passato.html), lasciamo una generazione per ricordarne un'altra: quella degli anni '90 e dei primi anni del 2000.

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca