fbpx

il Nuovo Risorgimento Nocerino

 

Calcinacci, erbacce, rifiuti infestano il luogo, e tra i pericoli l'ex casa del custode, fatiscente, ed una pessima illuminazione notturna che mette a rischio i viaggiatori

Pulizia, taglio erba e manutenzione degli attraversamenti ferroviari della Città di Pagani e non solo. È questo l’oggetto di una nota di sollecito inoltrata dall’assessore all’Ambiente Gerardo Palladino al servizio di manutenzione delle Ferrovie dello Stato, a Salerno.

Tutto scorre: l’acqua degli affluenti del Sarno, che inquina la città e danneggia irrimediabilmente il nostro organismo, e scorrono i problemi, inesorabili e sempre più grandi

di Marco Stile

Nocera Inferiore, ore 21:30. Le strade pullulano di frotte di ragazzini che, una volta terminata la scuola, hanno tutta la voglia del mondo di riversarsi nelle vie del centro storico a chiacchierare e divertirsi.
I più grandi approfittano dell’asfissiante calura delle abitazioni per recarsi nei posti più frequentati della città. Capita spesso di passare per via Matteotti. Imboccando una delle strade principali di Nocera da piazza Diaz in su si può giungere facilmente al Rione Gelsi.

Fino a mille euro all'anno per consentire la frequenza, o per misure di supporto presso la propria abitazione. Lo rende noto il Pd di Nocera Inferiore con un proprio comunicato

Fino a mille euro all'anno per poter frequentare l'asilo nido o per forme di assistenza presso la propria abitazione. Questa la misura che sarà richiedibile a partire dal 17 luglio attraverso il sito web dell'Inps (www.inps.it) o tramite i patronati dai genitori di bambini con gravi malattie croniche. Ne dà notizia il Partito democratico di Nocera Inferiore  con un comunicato.

Preghiera, studio, lavoro, ma anche internet e (di rado!) la televisione. La superiora suor Teresa scherza: «Abbiamo scelto di isolarci dal mondo, non di esserne tagliate fuori!»

di Rosalba Canfora

È capitato sicuramente di incontrare suore e di interrogarsi sulla loro vita, se poi sono suore di clausura, la domanda è inevitabile: “Ma che fanno chiuse là dentro tutto il giorno?”. Lo abbiamo chiesto a suor Teresa, la madre superiora del monastero domenicano di clausura di Sant’Anna (XIII secolo) che ci ha accolti in parlatorio – ancora con l'antica ruota di legno per scambiarsi oggetti - e ha soddisfatto la nostra curiosità, con una narrazione minuziosa dei loro compiti, scanditi dalle ore dedicate alla preghiera e alla meditazione comune.

Al Tribunale di Napoli è stato ufficialmente presentato l'accordo sottoscritto dai soci, che permetterà di salvare Villa Alba, Villa Silvia e la clinica Montesano

Non sarà messo in liquidazione il gruppo Silba. Mercoledì mattina, al Tribunale di Napoli, è stato presentato l’accordo sottoscritto dai soci del Gruppo di cui fanno parte i centri medici di riabilitazione Villa Alba (di Cava de’ Tirreni) e Villa Silvia, quest'ultima a Roccapiemonte insieme alla casa di cura e riabilitazione Montesano. 

Sostieni il tuo giornale:
fai una donazione
al Risorgimento Nocerino

Cerca